Complicità creative
29.11 / 21.12.2007
Spazio Nibe, Milano

Maria Agozzino: colori mediterranei
Riccardo Biavati: poesia del grès
Laboratorio d’Arte: gioielli e fotografie d’autore
Paola Paronetto: pezzi unici in porcellana
Gabriella Sacchi: storie sulla parete

Maria Agozzino è una grafic-designer che usa l’argilla e gli smalti per raccontare storie e colori della sua terra d’origine, la Sicilia. Nelle sue opere si coniugano felicemente tradizione e modernità: antichi miti e leggende popolari rivivono sotto forma di vasi, ciotole e sculture. L’artista, francese di formazione e milanese d’adozione, ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e all’estero.

Riccardo Biavati è il poeta della ceramica per antonomasia. In ogni sua opera la grazia formale, la sapienza tecnica e la fertile fantasia si compenetrano per dare vita a racconti favolistici da toccare, da vedere, da tenere con sè. “La signora delle nebbie”, “Pescatori di grano”, “La casa del vento e degli uccelli”:… sono alcuni dei titoli delle sue opere che testimoniano la poetica dello scultore/ceramista. Ferrara, sua città natale, gli ha dedicato diverse personali e sue opere sono presenti in numerose collezioni private e museali.

Laboratorio d’Arte situato a Buccinasco, alle porte di Milano, è il luogo di lavoro e di incontro di un gruppo di giovani artisti che da alcuni anni progettano e realizzano, con nuovi linguaggi, oggetti d’arte, unendo esperienza e creatività. L’oro, l’argento e altri materiali vengono scelti come materia prima per scolpire anelli, bracciali, pendenti. Con l’argilla, invece, vengono creati oggetti, che diventano soggetti, da indagare attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

Paola Paronetto è un’artista friulana. La sua formazione è avvenuta a Deruta, Faenza e Vicenza, luoghi di forte tradizione ceramica. Poi ha proseguito autonomamente la sua ricerca esplorando le molteplici possibilità creative offerte dalla materia ceramica, realizzando oggetti in raku, terra sigillata e porcellana. Le sue porcellane, in mostra in questa occasione, grazie all’armonia delle forme e alla raffinatezza dei colori, testimoniano la sintesi perfetta tra arte, design e artigianato.

Gabriella Sacchi artista milanese che si serve della materia argilla per dialogare. Nelle ultime sculture da parete forma e contenuto si intersecano per raccontare di amori, di avventure, di viaggi, di ricordi. Il suo curriculum vanta diversi riconoscimenti e premi in concorsi nazionali ed internazionali; così come numerose sono le mostre, personali e collettive, che riportano il suo nome.

Share on TwitterShare via email